CIRC. N. 039/20-21 – AVVIO DIDATTICA A DISTANZA

CIRCOLARE N. 039/20-21 DEL 26 OTTOBRE 2020

 

AI DOCENTI

AGLI STUDENTI

AI GENITORI

AL DSGA

 

OGGETTO: avvio didattica a distanza

Nel rispetto del DPCM del 24 ottobre 2020 e della nota n. 1927 del 25 ottobre 2020 del Ministero dell’Istruzione – Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione e in attesa dell’annunciata Ordinanza del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna, a partire da martedì 27 ottobre 2020, l’organizzazione didattica sarà la seguente:

Classi Prime, Seconde, Terze, Quinte_______DIDATTICA A DISTANZA

– Classi Quarte_______________________________DIDATTICA IN PRESENZA

Le attività didattiche saranno quindi organizzate e svolte secondo quanto previsto nel Piano di istituto per la didattica DIGITALE INTEGRATA ed il relativo REGOLAMENTO.

Si dispongono le seguenti indicazioni generali, alle quali dovranno attenersi i docenti ed i rispettivi Consigli di classe:

  • l’orario delle lezioni resta invariato ed è quello in vigore dal 19/10/2020;
  • le lezioni saranno svolte in modalità sincrona e/o asincrona all’interno di ciascuna unità oraria di 60 minuti;
  • nel caso di attività sincrona questa potrà durare al massimo 45 minuti per ciascuna unità oraria;
  • sarà cura del docente modulare all’interno della stessa unità oraria le modalità di svolgimento riferibili alle due tipologie:

Attività sincrone, ovvero svolte con l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti. In particolare, sono da considerarsi attività sincrone 

  • Le videolezioni in diretta, intese come sessioni di comunicazione interattiva audio-video in tempo reale, comprendenti anche la verifica orale degli apprendimenti, sulla piattaforma  GSuite della scuola.
  • Lo svolgimento di compiti quali la realizzazione di elaborati digitali o la risposta a test più o meno strutturati con il monitoraggio in tempo reale da parte dell’insegnante, ad esempio utilizzando applicazioni quali Google Documenti, Google moduli.
  • Lavori di gruppo o attività laboratoriali sotto la supervisione dell’insegnante, anche se da remoto. 

Attività asincrone, ovvero senza l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti. Sono da considerarsi attività asincrone le attività, strutturate e documentabili, svolte con l’ausilio di strumenti digitali, quali:

  • L’attività di approfondimento individuale o di gruppo con l’ausilio di materiale didattico digitale fornito o indicato dall’insegnante;
  • La visione di videolezioni, documentari o altro materiale video predisposto o indicato dall’insegnante;
  • Esercitazioni, risoluzione di problemi, produzione di relazioni e rielaborazioni in forma scritta/multimediale o realizzazione di artefatti, anche digitali, nell’ambito di un project work.

Come previsto nel Piano di istituto per la DDI, si ribadisce che non rientra tra le attività asincrone la normale attività di studio autonomo dei contenuti disciplinari da parte delle studentesse e degli studenti. Infatti, le asincrone vanno intese come attività di insegnamento-apprendimento, strutturate e documentabili, che prevedono lo svolgimento autonomo da parte delle studentesse e degli studenti di compiti precisi, assegnati di volta in volta, anche su base plurisettimanale, e/o diversificati per piccoli gruppi.

In tutti i casi, il docente firmerà la propria ora di lezione, o le proprie ore se consecutive, nel registro elettronico, verificherà le presenze e annoterà eventuali assenze o ritardi, specificherà gli argomenti e la modalità didattica della lezione.

I docenti, qualora debbano svolgere lezione in presenza, possono permanere in Istituto per svolgere la propria attività didattica dall’aula specifica della classe in DAD. Allo stesso modo, possono recarsi in Istituto tutti i docenti impossibilitati a svolgere la DAD dal proprio domicilio.

Secondo quanto previsto dal Piano d’Istituto per la DDI, si specifica che per le classi in DAD non si potranno svolgere più di 4 unità orarie al giorno e non più di 20 unità orarie settimanali di attività sincrone. Ciò significa che, rispettando il proprio orario di servizio, ogni docente sarà tenuto a svolgere tutte le sue ore di lavoro differenziando la propria attività didattica secondo le due modalità più sopra riportate e, secondo la materia insegnata, in base al seguente schema:

Materia Ore settimanali di attività sincrona Ore settimanali di attività asincrona Totale settimanale ore per materia
IRC 1 1
Arte e territorio – Geografia turistica – Scienze integrate (Biologia e scienze della Terra) – Scienze integrate (Fisica) – Scienze integrate (Chimica) – Diritto ed economia – Economia politica (4ª AFM) – Economia aziendale (biennio) – Informatica – Scienze motorie e sportive 1 1 2
Lingua inglese – Lingua francese – Lingua spagnola – Lingua tedesca – Matematica (triennio) – Diritto e legislazione turistica – Diritto – Economia politica (3ª e 5ª AFM) – Geografia 2 1 3
Matematica (biennio) – Discipline turistiche aziendali 2,5 1,5 4
Italiano/Storia – Economia aziendale (3ª AFM) 4 2 6
Economia aziendale (4ª AFM) 4 3 7
Economia aziendale (5ª AFM) 5 3 8

Per la sezione CPIA serale, nel rispetto delle Linee Guida sulla DDI, tutte le attività didattiche proposte dovranno essere sincrone.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 

        (Prof. Luigi Antolini) 

Firmato digitalmente ai sensi del Codice dell’Amministrazione digitale

Potrebbero interessarti anche...